NINO ZONCADA da Monfalcone al Mondo.

NINO ZONCADA da Monfalcone al Mondo.
Una grande esposizione per valorizzare la città della cantieristica, sede di sperimentazione per l’eccellenza architettonica e tecnologica italiana.

a cura di Giulia Norbedo e Giulio Princic

 

 

Nato a Venezia nel 1898, Giovanni Zoncada si diploma all’Accademia di Belle Arti e nel 1927 viene assunto presso il Cantiere Navale Triestino come disegnatore qualificato. Da un primo incarico presso l’Ufficio Arredamento è promosso, in pochissimi anni, a dirigente del reparto ebanisteria e falegnameria dello stabilimento monfalconese. Nel corso della sua carriera Zoncada progetta gli interni della maggior parte delle navi costruite in Italia, transatlantici quali Giulio Cesare, Augustus, Andrea Doria, Cristoforo Colombo, Michelangelo, Eugenio C. e molti altri, che portano lo stile del design italiano da Monfalcone nel mondo.

 

Il percorso espositivo si sviluppa a partire da un’introduzione relativa ai cambiamenti tecnici e sociali del territorio tra gli anni ‘20 e gli anni ‘60 del Novecento per poi focalizzarsi sul lavoro di Nino Zoncada nell’ambito dell’allestimento e della progettazione dei grandi transatlantici italiani. Il nome di Zoncada si intreccia, nel percorso di visita, ai nomi degli altri suoi grandi colleghi designer e architetti, come Gio Ponti, portando a un lineare percorso di evoluzione stilistica sulle navi del Novecento.

 

Lungo la sala principale della Galleria Comune d’Arte Contemporanea di Monfalcone viene sviluppata la tematica storico artistica di Zoncada con l’esposizione di copie autografe, progetti, schizzi e foto d’epoca; sono inoltre presenti pezzi originali di arredamento dalle navi e opere d’arte di pregio, come gli arazzi su disegno di Tranquillo Marangoni e uno in prestito dalla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma a firma di Capogrossi, per ricreare, o almeno evocare, gli interni delle grandi navi.

 

Ma il percorso non si limita a una puntuale descrizione degli allestimenti interni ma tocca anche lo sviluppo dell’evoluzione tecnica e tecnologica della navalmeccanica, incontrando nomi quali quelli del celebre Ingegner Nicolò Costanzi e di Egone Missio. I due percorsi paralleli, quello tecnico e quello artistico, sono presi in considerazione di pari passo a quello sociale, con un focus specifico sulla figura dell’operaio del cantiere di Monfalcone: vero protagonista della storia locale, fulcro indiscusso di un processo unitario che ha portato e ancora porta, il nome della città di Monfalcone nel mondo. Infatti, è organizzata anche un’importante sezione documentaria dedicata al lavoro del reparto ebanisteria e falegnameria del Cantiere di Monfalcone con la raccolta di materiale proveniente dal Consorzio Culturale del Monfalconese e con la prosecuzione del progetto “Cacciatori di Memorie”.

 

Al MuCa – Museo della Cantieristica di Monfalcone la mostra si integra con l’allestimento permanente, andando a sottolineare con elementi grafici e semplici totem descrittivi i materiali già presenti in collezione e inerenti alla mostra in corso. Elemento centrale dell’esposizione al MuCa sono alcuni bozzetti originali di Nino Zoncada, conservati presso la Biblioteca Comunale di Monfalcone, in relazione agli allestimenti di Nino Zoncada per le grandi navi costruite a Monfalcone e più in generale nei cantieri italiani tra gli anni 30 e gli anni 70. I sistemi multimediali già presenti in sede sono integrati con immagini di repertorio e interviste relative ai materiali esposti temporaneamente.

 

Altre sedi comunali, che espongono opere relative al lavoro di Nino Zoncada, vengono integrate nel percorso museale con semplici banner e totem di riferimento, tra queste la Biblioteca Comunale di Monfalcone dov’è esposto in sede permanente il grande pannello “La Principessa e il Trovatore” di Tranquillo Marangoni dall’allestimento di Nino Zoncada per la MN Stelvio.

 

La mostra è visibile anche online, grazie al tour virtuale in 3D pubblicato sul sito del Comune di Monfalcone: https://www.comune.monfalcone.go.it/-/mostraninozoncada

 


 

INFORMAZIONI

 

Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Monfalcone
galleria@comune.monfalcone.go.it
www.comune.monfalcone.go.it
tel +39 0481 494177 – 371- 358
Facebook: GC.ACdiMonfalcone
Instagram: @galleriacomunaleartemonfalcone

 

Visite (se aperto al pubblico, zona gialla)
lunedì e venerdì dalle 10.00 alle 18.00
martedì e giovedì dalle 15.00 alle 18.00
mercoledì dalle 10.00 alle 13.00

 

Visite guidate in Galleria (se aperto al pubblico, zona gialla)
mercoledì ore 11.00
giovedì ore 16.00
venerdì ore 16.00
La prenotazione, per un massimo di 12 persone, possono essere effettuate telefonicamente allo 0481494177/371 oppure via mail a galleria.didattica@comune.monfalcone.go.it

 


 

Crediti immagini nel video
Comune di Monfalcone, Fondo Marangoni
Consorzio Culturale del Monfalconese (CCM)
Associazione Marinara Aldebaran, Trieste