Premio Minerva d’Argento

Premio biennale di storia, scienze, lettere ed arti.

 

Nel 1992, per ricordare i centocinquanta anni dalla morte di Domenico Rossetti, la Società deliberò di indire, come prosecuzione ideale del premio municipale da lui istituito – il cui capitale fondazionale era stato azzerato dalla svalutazione conseguente alle due guerre mondiali – il Premio biennale di Storia, Scienze, Lettere ed Arti Minerva d’argento.

Il primo regolamento di tale iniziativa che qualifica l’attività della Minerva per la sua attenzione al mondo della ricerca e ai giovani prevedeva di premiare una tesi di laurea discussa presso le Università degli studi di Trieste e di Udine, su temi attinenti a Trieste, Venezia Giulia, lstria e Dalmazia, con un bronzetto argentato riproducente la dea Minerva (ultima opera del minervale Antonio Guacci) e la pubblicazione, integrale o in estratto, sull’«Archeografo triestino». Dalla prima assegnazione (29 maggio 1993) il regolamento fu più volte ritoccato e aggiornato. L’ammissione venne allargata via via ai neolaureati del Triveneto e delle Università italiane e straniere, e dalla quinta edizione (2001), grazie al concreto interessamento del Comune di Trieste e della Regione Friuli Venezia Giulia, considerati di diritto soci fondatori, fu messa in palio anche una somma in denaro per una terna di vincitori. Premi straordinari vennero inoltre consegnati, grazie al contributo delle famiglie, in memoria di minervali scomparsi: Pietro Covre e Franco Martellani (2007), Vittorio Firmiani (2009), Manlio Cecovini (2011), Giovanni Lettich (2013).

Rinnovandosi puntualmente ogni due anni, il premio è giunto nel 2019 alla sua XIV edizione.

 

COMUNICATO STAMPA: vincitori del premio edizione XIV

 

I vincitori del premio e i lavori segnalati


I edizione – 1993
29 maggio, Sala Benco della Biblioteca Civica di Trieste
ROBERTO FONTANOT, Nuovi contributi allo studio del dialetto triestino

 

II edizione – 1995
27 maggio, Salotto Azzurro del Comune di Trieste
PAOLA VENTURA, Topografia di Tergeste, per un tentativo di forma urbis
Segnalata:
VANIA GRANSINIG, Antonio Picco, pittore e critico udinese (1828-1897)

 

III edizione – 1997
31 maggio, Salotto Azzurro del Comune di Trieste
GENZIANA MARUSSI, L’Archeografo Triestino, prima serie (1829-1837)
Segnalata:
SANDRA DELL’ANTONIO, Cinque archeologi dell’Ottocento in Friuli – Venezia Giulia, scavi e ricerche sul territorio.

 

IV edizione – 1999
22 maggio, Salone d’onore del Palazzo della Giunta Regionale
MARCO DURIGON, Frequentazione delle grotte carsiche in età romana
Segnalati:
ROBERTA MARIN, L’opera dell’architetto Antonio Buttazzoni (1798-1848)
MARINA COSULICH, La nascita e lo sviluppo dell’Area Science Park di Trieste, analisi di una politica pubblica.

 

V edizione – 2001
25 maggio, Salone centrale del Palazzo della Giunta Regionale
I – LUCA BELLOCCHI, Le sculture dei Cimiteri triestini
II – MIRKO MEMO, Proposta per un museo dell’elettricità a Trieste, l’edificio della centrale di trasformazione elettrica di Poggioreale a Opicina
III – ALESSIO BANDELLI, Paleontologia applicata all’archeologia: successione antropico-sedimentarie nell’Olocene di Aquileia
Segnalata:
BARBARA DUDA, Stelio Mattioni narratore.

 

VI edizione – 2003
31 maggio, Salone della Regione
I – FABIANA SALVADOR, Giovanni Mayer, Giovanni Marin. La scultura triestina tra Verismo e Eclettismo
II – BEATRICE GOBBO, Pittura di giardino da Tergeste romana. Analisi e proposte ricostruttive dei materiali degli scavi di Crosada
III – PAOLA BORDON, Trasferimento del radiocesio attraverso la catena apistica in provincia di Triestepremi straordinari:
I – BARBARA STURMAR, Dalla Giovinezza senile alla Vecchiaia selvaggia: quaranta anni di racconti sveviani
II – AULO GUAGNINI, Il tempio israelitico a Trieste: dal progetto alla costruzione, al recupero
III – FRANCESCA TOMASETIG, Usi civili e proprietà collettive sull’altopiano della Provincia di Trieste.

 

VII edizione – 2005
8 giugno, Salotto Azzurro del Comune di Trieste
I – CHIARA FRANCESCHINI, Catalogo dell’opera dello scultore Franco Atschko
II – MARTA MORETTO, Ricerca e sperimentazione nei romanzi “storiografici” di Fulvio Tomizza
III – ANNA MONACO e GIANLUCA PARON, Occasioni di riconversioni, sguardi, strategie, progetti per il “Waterfront” di Trieste sud-est
Primo premio straordinario:
AMBRA BETIC, La necropoli dei Pizzughi, scavi Marchesetti (1904-1906; 1908-1909; 1913)
Diplomi di merito:
FEDERICO BERNARDINI, Studio archeometrico delle macine protostoriche del Carso classico e dell’Istria
SARA CANALI, Tra Cividale e Gorizia: la Chiesa di San Giovanni Battista e le opere del Monastero di Santa Maria in Valle nel Monastero di Sant’Orsola.

 

VIII edizione – 2007
6 giugno, Sala del Consiglio del Comune di Trieste in Piazza Unità d’Italia
I – DIEGO D’AMELIO, Le Acli a Trieste negli anni della ricostruzione
II – GIULIA CASTELLI, Mostre e acquisizioni a Trieste della pittura italiana degli anni Cinquanta
III – MARIANGELA D’ADAMO, Ricostruire il “confine orientale”. Politiche insediative e programmi edilizi dell’Opera per l’assistenza ai profughi giuliani e dalmati a Trieste (1951-1965)
Premio straordinario dedicato a Pietro Covre, ex aequo
RAFFAELLA PAOLETTI, I negozi storici del Borgo Teresiano di Trieste. Conoscenza e conservazione
LARA MERLUZZI, Emil Artmann ed il Palazzo del Governo di Trieste: storia di un cantiere pubblico (1901-1905)
Premio straordinario dedicato a Franco Martellani, ex aequo
ALESSANDRO MORGERA, Roberto Narducci e la monumentalizzazione delle stazioni ferroviarie. I casi di Venezia Santa Lucia, Redipuglia e Roma Ostiense 1934-1938
ANNALISA GRANITO, Cesare Rossi (1852-1927). L’attività giornalistica e letteraria di uno scrittore irredentista triestino.

 

IX edizione – 2009
3 giugno, Sala Predonzani, Palazzo della Giunta Regionale in Piazza Unità d’Italia
I – BEATRICE MALUSÀ, Antonio Lonza (1846-1918)
II – ANNALISA DE FRANZONI, Il culto di Mater Magna ad Aquileia: testimonianze epigrafiche ed archeologiche
III – ILARIA SAGRATI, Imprese e tecnologie: nuove frontiere e professionalità nella Trieste del primo decennio del XX secolo
Premio straordinario dedicato a Vittorio Firmiani, ex aequo
ELISA PRELLI, Itinerario storico-critico dell’opera di Gianni Russian (1922-1962)
KAREN DRIOLI, Per una definizione di museo etnografico nella Venezia Giulia.

 

X edizione – 2011
11 luglio, Sala Bobi Bazlen, Palazzo Gopcevich, via Rossini
I – STEFANIA GRION, Un catalogo di citazioni all’antica: Santa Maria Annunciata a Sanvincenti d’Istria
II – ELISABETTA LO GIUDICE, Musulmani a Trieste. La presenza islamica nella Trieste dell’Ottocento
Premio straordinario dedicato a Manlio Cecovini, ex aequo:
MARCELLA DE GREGORIIS, Lettere da Trieste (1950-1960). Una collaborazione radiofonica di Giani Stuparich
MARIA BEATRIZ CÓCERES, Per l’edizione dell’epistolario di Pierviviano Zecchini.

 

XI edizione  – 2013
7 giugno, Sala Predonzani, Palazzo della Giunta Regionale in Piazza Unità d’Italia
I – LUCIA PANZERA, Il progetto di Fabiani per un monumento alla III Armata e le proposte per rendere più italiana Piazza della Vittoria a Gorizia (1936-1943)
II – ANDREA GAMBARDELLA, Restauro architettonico e strutturale dell’Auditorium della Questura di Trieste
III – LAURA PARIS, La catalogazione della sezione iconografica del lascito Antonio Fonda Savio
Premio straordinario dedicato a Giovanni Lettich, ex aequo:
GAETANO DI BERNARDO-AMATO, Un protagonista della cultura triestina del primo Novecento: Ferdinando Pasini
VALERIA DE TULLIO, Lilian Caraian. Dagli anni ’50 agli anni ’70 del Novecento nel “fervente” ambiente artistico triestino.

 

XII edizione – 2015
23 giugno, Sala Costantinides del Civico Museo Sartorio
I – GIULIA DELOGU, Trieste “di tesori e virtù sede gioconda”. Dall’Arcadia Romano sonziaca alla Società di Minerva: una storia poetica.
II – GIULIANA FERRISI, Immagini della natura nel Cinquecento. L’opera di Giorgio Liberale.
III – MARIA CRISTINA NASTATI, “Inventare la scuola”. Quarant’anni di storia della scuola italiana nelle pagine inedite di Adriano Mercanti.medaglie di merito
GIORGIA SECONDO e TOMMASO PREMRU’, Tutti pazzi per il parco! Metodologia – progetto – proposte per la valorizzazione del paesaggio.
STEFANO MARTELLANI, Per l’edizione critica del carteggio di Italo Svevo: i corrispondenti giuliani.
GENA ESPOSITO, Abiti popolari nell’Ottocento in Istria e nel circondario di Trieste. Proposta di un percorso espositivo.

 

XIII edizione – 2017
9 giugno, Sala Predonzani, Palazzo della Giunta Regionale in Piazza Unità d’Italia
I – DAVIDE PODAVINI, Enciclopedia di una vita privata. Narrazioni, scritture, epistolari dai diari di Biagio Marin
II – GIULIA PEROSA, Giani e Carlo Stuparich: la formazione di due letterati triestini nelle carte inedite del 1913-1914
III – ALESSANDRA GAROFALO, Il battesimo del mare nella medaglistica
Medaglie al merito del duecentesimo della Società di Minerva agli altri sette concorrenti.